Urbact - Le esperienze delle città italiane al World Urban Forum di Kuala Lumpur
[02-02-2018]

L’attuazione della Nuova Agenda Urbana globale pone sfide importanti alle città italiane ed europee, chiamate a mettere in pratica nei prossimi anni politiche urbane che promuovono inclusione, innovazione e migliore governance locale. L’azione di disseminazione e animazione svolta dall’Anci come punto nazionale del programma URBACT ha dimostrato negli ultimi anni la vivacità dei contesti urbani italiani, che attraverso la partecipazione a reti europee e al coinvolgimento di cittadini e stakeholder locali stanno mettendo già in pratica i principi contenuti nel documento approvato a Quito nel 2016 nel corso della conferenza Habitat III, in linea con l’impegno dell’Agenda urbana europea e dell’intera programmazione Ue in favore delle città.
Riaffermare il contributo originale delle città italiane al dibattito globale attraverso reti e progetti che stanno declinando in concreto i principi adottati globalmente sullo sviluppo urbano sostenibile è l’obiettivo dell’evento a latere organizzato dall’Anci in qualità di National Urbact Point nell’ambito del World Urban Forum di Kuala Lumpur il 12 gennaio dalle 18 alle 19.
Le città italiane di Urbact come modello globale
Il side event intitolato ”L’approccio partecipativo per lo sviluppo urbano sostenibile: le città italiane che attuano la Nuova Agenda Urbana grazie a URBACT” fornirà una panoramica delle principali esperienze realizzate dalle città italiane nell’ambito dei progetti Urbact, rimarcando l’impatto che tali progetti stanno avendo sui territori per la diffusione di un originale modello partecipativo capace di permeare l’intera azione delle amministrazioni coinvolte e rivoluzionare le modalità di interazione tra livelli sovraordinati in una logica multilivello. I network e le buone pratiche di Genova, Milano, Bologna sono alcuni esempi dell’impatto positivo della partecipazione alle reti europee, che stanno favorendo l’emergere di un modello replicabile in altre regioni del mondo a partire da un’azione che nel concreto attua gli obiettivi globali favorendo il dialogo tra amministrazioni locali europee e il confronto attivo con il territorio.
All’incontro parteciperanno anche rappresentanti del segretariato europeo di Urbact, della Commissione europea e di UN-Habitat che metteranno in luce l’unicità dell’esperienza italiana, proponendola come un modello di collaborazione positiva sul fronte urbano da mettere al centro di ulteriori scambi con regioni del mondo che grazie a International Urban Cooperation  e altri programmi stanno avviando una serie di scambi e collaborazioni urbane destinate a migliorare il modo in cui le amministrazioni affrontano le sfide della sostenibilità urbana.
La partecipazione del National URBACT Point italiani al World Urban Forum di Kuala Lumpur rappresenta un elemento significativo per ricondurre su scala globale quel ruolo centrale di animazione e confronto tra progetti, azioni e buone pratiche portate avanti in Italia e in Europa negli ultimi anni grazie a URBACT, contribuendo in maniera originale alla definizione delle modalità di implementazione della Nuova Agenda Urbana che saranno discusse nel corso del primo grande appuntamento globale che segue la conferenza Habitat III dell’ottobre 2016.
La partecipazione ad altri side event
Nel corso del World Urban Forum, che avrà luogo dal 7 al 13 febbraio nella capitale malese, il National URBACT Point dell’Anci parteciperà anche ad altri side event organizzati da organizzazioni italiane e internazionali, rappresentando in quella sede le esperienze di innovazione realizzate dalle città italiane partecipanti a Urbact. Il 10 febbraio dalle 11 alle 14 l’esperienza delle città italiane di Urbact sarà messa a confronto con quella delle città cinesi e malesi nel training “Saving the planet by Design”, organizzato dall’Istituto Nazionale di Urbanistica, che punta a far emergere
nuovi modelli di urbanizzazione sostenibile realizzati a partire dalla partecipazione civica e dal coinvolgimento degli abitanti. Il 10 febbraio dalle 14 alle 15 avrà invece luogo il workshop “Cities for all: popularizing the New Urban Agenda”, sempre organizzato dall’istituto Nazionale di Urbanistica, a cui il National Urbact Point parteciperà mettendo in risalto l’esperienza di coinvolgimento delle amministrazioni locali e degli stakeholder sui temi dello sviluppo urbano sostenibile  condotta negli ultimi anni in Italia in collaborazione con la Biennale dello spazio pubblico, con l’obiettivo di favorire una migliore condivisione dei temi dello sviluppo urbano sostenibile in Italia e in Europa.
Il 10 febbraio dalle 9 alle 11 avrà invece luogo la Urban Journalism Academy, appuntamento formativo sullo storytelling urbano per giornalisti di tutto il mondo, nel corso del quale sarà presentato il particolare approccio di comunicazione e animazione portato avanti dal National URBACT Point italiano sulle pagine del sito di Urbact, con reportage, approfondimenti ed eventi locali che stanno contribuendo alla definizione di una nuova narrazione delle città in Europa.
Il 12 febbraio dalle 11 alle 14 avrà invece luogo il training Design Sprint for Urban Innovation ,organizzato dal gruppo palermitano di innovatori e designer PUSH, a cui il National URBACT Point contribuirà con una panoramica sui principali progetti Urbact realizzati dalle città italiane sul tema del digitale e della creazione di servizi innovativi per i cittadini.
Urbact e la cooperazione globale sulle città
I rappresentanti del segretariato di URBACT saranno inoltre impegnati in altri appuntamenti nel corso del Forum, per presentare le esperienze realizzate negli ultimi anni dalle città italiane ed europee. Tra questi eventi a latere Urbact sarà presente al meeting "Addressing socio-spatial fragmentation in LAC and Europe: shared challenges, shared views" venerdì 9 febbraio dalle 2:00 alle 3:00 presso la room 408 del Kuala Lumpur Convention Center; "Cities contributing to the New Urban Agenda implementation through the International Urban Cooperation programme" l'8 febbraio dalle 17:30 alle 19:00 PM presso la AFINUA room e "Metropolitan and Territorial Agencies mobilized for climate planning", il 13 febbraio February dalle 9 alle 11 presso la room 408 del KL Convention Center. (com)



Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Caposervizio
    Matteo VALERIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    redazionesito@anci.it
    Tel. 06/68009204 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A