QEL Sole24Ore - Comunicazione social per la crescita urbana, le città Urbact alla Social Media Week
[13-09-2017]

di Simone d'Antonio
 
I social media stanno contribuendo in molte città ad avvicinare cittadini e pubbliche amministrazioni, configurandosi come strumenti decisivi per comunicare grandi sfide e cambiamenti che interessano i nostri contesti urbani. La rigenerazione urbana entra di diritto negli ultimi anni tra i temi principali della comunicazione social, capace di rendere tali processi, spesso lunghi e articolati, maggiormente comprensibili ai cittadini. L'esperienza di numerose città coinvolte in Urbact suggerisce quanto i progetti di riqualificazione partecipata rappresentino un testing ground ideale per rafforzare l'utilizzo dei social media per il coinvolgimento di associazioni e stakeholder del territorio.
Con il progetto 2nd Chance Napoli sta informando tramite un utilizzo massiccio e integrato di Facebook e Twitter tutti gli attori interessati dal processo di riquaificazione dell'ex Ospedale Militare, posizionato in cima ai Quartieri spagnoli e potenziale incubatore per il suo rilancio.
Allo stesso modo Casoria sta coinvolgendo stakeholder ed esperti dell'intera area metropolitana nell'azione di rigenerazione di spazi verdi e strutture industriali dismesse nell'ambito del network SubUrban dedicato al rilancio delle cinture metropolitane.
San Donà di Piave sta invece combinando l'utilizzo delle piattaforme emerse da progetti Horizon, come WeGovNow, all'azione di rilancio del centro storico promossa nell'ambito di City Centre Doctor.
Mentre la promozione della partecipazione civica attorno ai progetti di riqualificazione urbana è la chiave dei progetti menzionati in precedenza, nel caso di Genova, Palermo e Siracusa i social media rappresentano un vettore di crescita urbana, soprattutto sul fronte economico. Grazie a Interactive Cities il capoluogo ligure sta coinvolgendo attraverso i social media una serie di stakeholder urbani per il rilancio turistico della città attraverso uno storytelling collaborativo, che faccia emergere forme di comunicazione pluridirezionali e metta la voce di residenti e turisti al centro di un'interazione votata alla promozione del brand urbano.
Palermo punta invece sui social media non solo per risolvere uno dei temi più urgenti, come quello della creazione di un sistema integrato di mobilità sostenible in città, ma anche per favorire la realizzazione di nuove startup sul territorio capaci di intercettare la domanda di innovazione e rendere il dibattito in corso su open data, app e social media la base per la realizzazione di nuovi servizi digitali basati sulle reali esigenze del territorio.
Creare nuova occupazione a partire dall'Ict è il tema su cui Siracusa sta impegnandosi nell'ambito di TechTown, che punta proprio a valorizzare le eccellenze nel settore social e digitale per favorire da un lato l'engagement dei cittadini e dall'altro la realizzazione di nuove imprese e funzioni da parte di imprese giovani del territorio. Tra le eccellenze alla base del lavoro di promozione del digitale Siracusa annovera anche uno dei più efficienti sistemi di interazione con i cittadini attraverso Whatsapp, funzionalità che sta cambiando dal basso il modo di interagire fra cittadini e amministrazione attraverso un sistema di segnalazioni e interazioni costanti.
I temi dell'innovazione urbana a partire dai social media saranno al centro del panel promosso il 14 settembre da Anci in qualità di National Urbact Point nell'ambito della Social Media Week di Roma, il principale appuntamento nazionale sui temi della comunicazione social. Ridefinire le modalità di uso civico dei social media per rendere i cittadini parte di una narrazione interattiva e condivisa del territorio è il tema centrale di un confronto che vede le città italiane all'avanguardia in Europa sul fronte di questa vera e propria rivoluzione social della comunicazione pubblica, che vede proprio nei progetti Urbact una sponda importante per allargare questo dibattito a un numero sempre più consistente di città e player del settore in Europa. (com/ef)



Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Caposervizio
    Matteo VALERIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    redazionesito@anci.it
    Tel. 06/68009204 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A