Sisma Centro Italia - 250 assunzioni possibili per i Comuni colpiti
[24-01-2017]

Il decreto legge n. 189/2016, come convertito dalla legge 229/2016, ha disposto la possibilità per i Comuni colpiti dal sisma Centro Italia di assumere 350 unità di personale a tempo determinato, in deroga ai vincoli assunzionali. Ai sensi della norma il Commissario Straordinario, con Ordinanza n. 6 del 28 novembre 2016, aveva deliberato di ripartire fra le Regioni interessate dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016 secondo il seguente schema:
 
- per il 6% alla Regione Abruzzo;
- per il 16% alla Regione Lazio;
- per il 62% alla Regione Marche;
- per il 16% alla Regione Umbria.

Come risulta dal dato testuale della norma le assunzioni sono effettuate con facoltà di attingere dalle graduatorie vigenti, formate anche per assunzioni a tempo indeterminato, per profili professionali compatibili con le esigenze. E' data facoltà di attingere alle graduatorie vigenti di altre amministrazioni, disponibili nel sito del Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri. Qualora nelle graduatorie suddette non risulti individuabile personale del profilo professionale richiesto, il Comune può procedere all'assunzione previa selezione pubblica, anche per soli titoli, sulla base di criteri di pubblicità, trasparenza e imparzialità”. 
L’Anci ha proceduto a contattare il Dipartimento della Funzione Pubblica al fine di  fornire ogni utile informazione ai Comuni che sono stati autorizzati a procedere ad assunzioni a tempo determinato, in seguito all’Ordinanza n. 6/2016 del Commissario per la ricostruzione e dei provvedimenti assunti su delega dello stesso dai sub commissari delle Regioni interessate.
I data base generali delle rilevazioni sono presenti sul sistema di monitoraggio dei concorsi pubblici   http://www.monitoraggiograduatorie.gov.it/). Tale data base  potrebbe non risultare facilmente consultabile enon riporta dati e riferimenti agli idonei disponibili.
Ripam ha segnalato  le graduatorie gestite direttamente dallo stesso, delle quali è  possibile acquisire su richiesta  tutti gli elenchi in ordine di punteggio con data base anagrafici dei candidati. Nell’Allegato 1 si riportano i dati relativi alle graduatorie Ripam in corso di validità di cui all’oggetto, con indicazione dei profili professionali e del numero di idonei disponibili che complessivamente ammontano a 1.420 unità.
L’Anci ha anche richiesto al Commissario, in relazione alle difficoltà e la tempistica necessaria per procedere allo scorrimento delle molteplici graduatorie, di modificare il proprio provvedimento, che fa esclusivo riferimento alle modalità soprariportatee di farsi parte attiva, come Anci si propone, per intervenire con modifiche alla norma, al fine di consentire ai Comuni, senza dubbi interpretativi, di procedere direttamente con selezioni semplificate,anche attraverso accordi tra gli stessi, nonché di specificare la durata temporale dei rapporti a tempo determinato da porre in essere, prevedendo apposita deroga all’art. 34 comma 6 del d.lgs. n. 165/2001 (mobilità preventiva), se come auspicabile  la durata sarà superiore ai 12 mesi. (com)   
 
 



Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    sito@anci.it
    stampa@anci.it
    Tel. 06/68009204/231 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A