Presidente Anci: "Risorse maggiori e differenziate tra Comuni sedi di Sprar o Cas e Cara"
[16-06-2017]
Migranti

sprar1.jpg

"Proseguendo nel solco della abituale interlocuzione tra Anci e ministero dell'Interno, in queste ore stiamo chiedendo la disponibilità di ulteriori risorse per i Comuni che accolgono i migranti in modo da stabilire una distinzione tra i Comuni che adotteranno il sistema Sprar, che riceveranno un corrispettivo per migrante maggiore, e le città sedi di Cas o di Cara". Lo comunica Antonio Decaro, presidente dell'Anci e sindaco di Bari.
"I Comuni hanno fatto e faranno la loro parte nella gestione dell'accoglienza - assicura Decaro -. Noi sindaci ci mettiamo la faccia. Continuando a ritenere una pianificazione attenta e modulata sul territorio dei flussi, la strada giusta per l'integrazione e per scongiurare il rischio di fenomeni di intolleranza".
(com)

Leggi anche qui




Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Vicecaposervizio
    Matteo VALERIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    redazionesito@anci.it
    Tel. 06/68009204 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A