Bando periferie - Decaro: “Un furto con destrezza, governo viene meno alla parola data”
[08-08-2018]

“Stiamo assistendo a un furto con destrezza. Siamo in presenza di un governo che straccia un contratto scritto, viene meno alla parola data. E tanti saluti alla leale collaborazione tra istituzioni. Sul bando periferie si fa confusione, mischiando sentenze, interessi politici e risorse economiche che nulla c’entrano tra loro, solo per non dire la verità: si stanno privando i Comuni di fondi necessari per rendere più sicure e vivibili quelle delle nostre città che soffrono situazioni di degrado economico e sociale”. Con queste parole il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, replica alla sottosegretaria all’economia, Laura Castelli.
“Ristabiliamo la verità – sostiene Decaro –: è falso che non ci sia copertura per il miliardo e 600 milioni destinati ai 96 progetti del bando periferie. Ottocento milioni sono stati stanziati con delibere Cipe. Altri ottocento milioni attraverso il comma 140 di una legge di bilancio di due anni fa. Del resto tutte quelle convenzioni, che ora il governo vuole considerare carta straccia, avevano avuto la verifica e la registrazione della Corte dei Conti. Non un organismo politico quindi, ma il massimo organismo di validazione contabile”.
Decaro conclude invitando il governo a un ripensamento. “Non abbiamo cercato lo scontro. Non abbiamo voluto fare muro contro muro. Anzi, in queste ore tutti i sindaci hanno cercato un’interlocuzione con il governo che richiamiamo  a quel patto di reciproca collaborazione che dovrebbe sempre guidare le istituzioni, con l’obiettivo di tutelare gli interessi dei cittadini. Anche per questa vicenda del bando periferie, sarebbe bastato vedersi, parlarsi. Ora una cosa deve essere chiara ai nostri interlocutori istituzionali: i sindaci non si fanno prendere in giro”.
 
Leggi le dichiarazioni dei sindaci di: Cosenza, Mario Occhiuto; Firenze, Dario Nardella; Pesaro, Matteo Ricci; Napoli, Luigi de Magistris; Benevento, Clemente Mastella; Chieti, Umberto Di Primio; Bologna, Virginio Merola ; Senigallia, Maurizio Mangialardi; Padova, Sergio Giordani; Ascoli Piceno, Guido Castelli; Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà; Tremezzina, Mauro Guerra; Belluno, Jacopo Massaro; di Pistoia, Alessandro Tomasi; di Pescara Marco Alessandrini; di Anci Toscana; di Anci Liguria; di Anci Piemonte; di Anci Basilicata; del presidente di Anci Campania, Domenico Tuccillo; del presidente di Anci Sicilia, Leoluca Orlando; del presidente di Anci Lombardia, Virgino Brivio; del presidente di Anci Emilia-Romagna, Michele De Pascale; di Fiumicino, Esterino Montino; di Parma, Federico Pizzarotti; di Milano, Giuseppe Sala; del vicepresidente vicario Anci, Roberto Pella, di Aosta Fulvio Centoz; di Varese Davide Galimberti.



Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Caposervizio
    Matteo VALERIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    redazionesito@anci.it
    Tel. 06/68009204 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A