Periferie - Decaro: “I sindaci si sono fidati di Conte. Perché Salvini lo contraddice?”
[13-09-2018]

 “Solo due giorni fa il presidente del Consiglio Conte si è impegnato personalmente con i sindaci, durante un incontro istituzionale durato tre ore, a rifinanziare i progetti di riqualificazione delle periferie recentemente affossati al Senato. Oggi dispiace ascoltare il vicepresidente del Consiglio Salvini definire quei progetti ‘disegnini su fogli di carta fatti per gli amici degli amici’. A questo punto, ricordando al ministro Salvini che gli ‘amici degli amici’ di cui parla provengono da ogni parte politica, da presidente dell’Anci e da cittadino, mi chiedo: noi sindaci in questo Paese, possiamo fidarci della parola del presidente del Consiglio, o vale più quella del suo vice? Attendo di conoscere la risposta. E insieme a me la attendono i sindaci che hanno perso i fondi e milioni di cittadini delle periferie italiane a cui quei 326 progetti (parchi, strade, piazze, giardini, impianti sportivi) migliorerebbero la vita”. 
Lo dichiara il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro. 




Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    sito@anci.it
    stampa@anci.it
    Tel. 06/68009204/231 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A