#PiccoliComuni2018 - M. Castelli: "Creare sinergie tra piccoli comuni e città"
[10-07-2018]
Se ne parlerà nella XVIII Conferenza nazionale Anci dei piccoli Comuni, il 13 luglio a Viverone (Biella)

“Possiamo discutere di grandi investimenti sui territori, ma se sono ormai spopolati è un nonsenso”. Così Massimo Castelli, sindaco di Cerignale e coordinatore nazionale Anci dei piccoli Comuni, che anticipa il tema cardine della XVIII Conferenza nazionale Anci piccoli Comuni che si terrà a Viverone (Biella) venerdì 13 luglio. “Bisogna iniziare dal basso per creare una sinergia tra piccole e grandi realtà. Ecco perché – spiega Castelli – abbiamo voluto come titolo ‘Small City & Smart Land’: un appuntamento che riunisce per la prima volta i sindaci dei ‘piccoli’ dopo l’approvazione della legge “Realacci”; una svolta storica che introduce il concetto nuovo di piccolo comune nella legislazione nazionale, ed evidenzia che un equilibrio demografico corretto sul territorio è un argomento di interesse nazionale”.
“Noi sindaci dell’Anci – afferma ancora Castelli – stiamo lavorando per avviare azioni concrete, come l’investimento di miliardi di euro per portare la fibra ottica anche nelle aree più marginali. Una vera rivoluzione, perché permetterà di azzerare le distanze mettendo tutti democraticamente nella condizione di comunicare, di condividere, di esserci e di favorire l’occupazione”. Da questa connessione dei territori si potrà ragionare per migliorare e incrementare tutti i servizi di cittadinanza (mobilità, poste, scuole, ospedali, ecc.), per ricreare le condizioni per le quali le persone possono vivere bene anche nei piccoli centri”. A Viverone l’Assemblea rilancerà questi e altri temi: “ad esempio la proposta che punta a creare in ogni Regione un assessorato ai piccoli Comuni, perché anche le politiche regionali si devono adeguare al principio ideale della ‘Realacci’, ovvero mettere al centro la tutela delle piccole comunità”.
“Per noi – evidenzia il sindaco di Cerignale – il futuro è nella cooperazione tra metropoli, città e piccole realtà, in economie e società compatibili, che possono trovare nelle loro differenze reciproco sostegno”. Infine, il tema degli investimenti volti a valorizzare i territori e garantire standard di vita validi per le comunità: “Si creano lavoro e opportunità partendo dal presupposto che le piccole realtà,  specie nelle aree interne del Paese, hanno bisogno di politiche flessibili e di una fiscalità di vantaggio per chi investe. L’obiettivo dell’Anci – conclude Massimo Castelli – a partire dal presidente Antonio Decaro e dal segretario generale Veronica Nicotra, è affermare nuove politiche, per ricongiungere e riconnettere le comunità del nostro Paese. ‘Small City & Smart Land’ per una Italia nuova, coesa, moderna ed europea”.



Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Caposervizio
    Matteo VALERIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    redazionesito@anci.it
    Tel. 06/68009204 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A