Dl Terremoto - Castelli: “Bene il lavoro della Commissione Speciale, mancano ancora correttivi fondamentali per i Comuni”
[21-06-2018]

“Anci esprime apprezzamento per il lavoro concluso la scorsa notte dalla Commissione speciale del Senato sulla legge di conversione del DL terremoto. Rimangono tuttavia aperti alcuni importanti temi su cui si chiede un ulteriore impegno in Aula”. Lo afferma Guido Castelli, sindaco di Ascoli Piceno e delegato Anci alla Finanza locale. Che sottolinea l’introduzione di “significativi interventi correttivi richiesti dall’Associazione”. Tra questi “la proroga dello stato di emergenza fino a fine 2018, la previsione di un ulteriore stanziamento di 300 milioni e l’importante introduzione di uno stanziamento di 10 milioni aggiuntivi per le aree attrezzate destinate a finalità turistiche”.
Entrando nel merito del provvedimento, Castelli segnala anche “il mancato accoglimento dell’emendamento Anci sul finanziamento dei contratti a termine in scadenza a dicembre e che riguardano figure tecniche e amministrative importanti per continuare l’opera di ricostruzione. Stimiamo che il costo di detto personale valga circa 30 milioni di euro”,  spiega il delegato Anci che ribadisce “l’urgenza della richiesta di stanziare  ulteriori 30 milioni da destinare alle circa 700 unità di personale che già stanno lavorando nei 130 Comuni del cratere”. Inoltre non è stato accolto un “altro importante emendamento sulla deroga per le assunzioni a tempo determinato a carattere stagionale di agenti di polizia locale, con costi a carico dei bilanci comunali”.
Su entrambe le questioni il sindaco di Ascoli si augura che “l’Aula del Senato, comprenda la necessità di intervenire per non correre il rischio di bloccare le procedure di ricostruzione avviate, anche alla luce della modifica approvata dalla Commissione che assegna ai Comuni il compito di svolgere  le attività istruttorie per il rilascio del parere di conformità urbanistica rispetto alle opere di ricostruzione in luogo degli ufficio speciale per la ricostruzione”.
Altro elemento positivo è “la previsione di una proroga dei mutui dei Comuni, anche se andrebbe specificato – evidenzia ancora il delegato richiamando un emendamento presentato – che detta proroga si applica mutui chiedevamo anche altri  e proroga a tutti i mutui contratti dai comuni del cratere, indipendentemente dal soggetto con cui questo è stato assunto (e quindi non solo CDP come attualmente previsto)”.
Sul fronte appalti, il delegato alla Finanza locale apprezza “l’accoglimento della proposta Anci di elevare da 150 a 258mila euro la SOA, ovvero la soglia che abilita le imprese a partecipare agli appalti pubblici del sisma”. Tutto questo “perché la maggior parte delle imprese edili operanti nei territori colpiti dal sisma del Centro Italia, anche a causa del perdurare della crisi economica che ha letteralmente spazzato via circa il 50% di tali attività  -osserva Castelli - non è oggi in possesso della SOA.  Ciò consentirà il rilancio di questo importante settore proprio nei territori colpiti dagli eventi sismici per i quali si ritiene opportuno modificare al rialzo i valori per i quali la SOA è obbligatoria”.
Ancora il delegato Anci evidenzia come le “semplificazioni sul responsabile unico procedimento e centrali uniche di committenza introdotte con le modifiche all’art. 15 del DL 189/2016 agevoleranno poi le procedure di gara e permetteranno di superare l’impasse che in molti casi si stanno registrando”. Analogo apprezzamento Castelli lo esprime “sull’apertura per le sanatorie edilizie pendenti con la semplificazione che prevede di poterle sostituire con perizie asseverate,   una riformulazione della proposta emendativa Anci più articolata”.
Infine, il sindaco di Ascoli ricorda che l’Anci riproporrà in Aula “un emendamento utile a ridurre i tempi per la valutazione da parte di Agenzia delle Entrate delle aree acquisite dagli enti locali, stabilendo che valga il principio del silenzio assenso anche per queste procedure, al fine di procedere velocemente con gli espropri”.

 




Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Caposervizio
    Matteo VALERIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    redazionesito@anci.it
    Tel. 06/68009204 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A