Istituti musicali - Sindaci: "Bene emendamento con fondi per statizzazione, grande impegno Anci e sensibilità Parlamento"
[29-11-2017]

E’ con un coro unanime di approvazione che i sindaci delle città sedi di istituti musicali hanno accolto la notizia dell’emendamento alla legge di bilancio che garantisce i fondi per il progressivo avvio della statizzazione. Dopo l’allarme lanciato nei giorni scorsi, quando sembrava che le risorse rischiassero di essere dirottate su altri fronti, i sindaci manifestano dunque “soddisfazione – per dirla con le parole del primo cittadino di Livorno Filippo Nogarin – rispetto alla decisione di evitare un danno irreparabile per la cultura italiana. Finalmente abbiamo qualche certezza in più, e di questo ringraziamo il Parlamento, la ministra Fedeli e il senatore Claudio Martini per la sensibilità che hanno dimostrato”.
“L'approvazione dell’emendamento - aggiunge il sindaco di Pavia Massimo Depaoli - rappresenta un risultato importante, che corona un pluriennale percorso di confronto tra Comuni, governo e Parlamento. Oggi un intero comparto della ricchezza culturale italiana – dice il sindaco di Pavia – può guardare al futuro con più serenità, così come possono fare i Comuni che nel difficile percorso dei loro bilanci hanno fatto enormi sforzi per portare i loro istituti a questo traguardo. Questi sforzi oggi vengono premiati e ripagati. Voglio sottolineare il ruolo insostituibile di Anci – aggiunge - in quanto fondamentale punto di raccordo e di confronto con le istituzioni nazionali per tutta la durata di questo lungo percorso”.
“L’impegno finanziario – ricorda poi il sindaco di Siena Bruno Valentini - prosegue con lo stanziamento di ulteriori 10 milioni nel 2019 e 35 milioni a regime dal 2020. Questa soluzione darà certezze a centinaia di lavoratori, professionisti del settore, il cui futuro era appeso alla disastrate finanze degli enti locali”, osserva l’esponente dell’Anci.
Di “risultato importante per i Comuni” parla anche il sindaco di Catania Enzo Bianco, che ringrazia il governo e sottolinea “l’azione insostituibile dell’Anci per ridare ossigeno a questa eccellenza culturale del sistema Paese. Questi istituti, un fiore all’occhiello del nostro sistema educativo possono così continuare la loro attività con risorse adeguate garantendo un futuro ai giovani talenti che li frequentano”, conclude Bianco. 



Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Caposervizio
    Matteo VALERIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    redazionesito@anci.it
    Tel. 06/68009204 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A