Violenza donne - Presentate Linee guida per la costruzione di una rete tra Comuni, servizi sociali e centri antiviolenza
[20-03-2014]

“Contribuire a creare una rete tra i Servizi sociali dei Comuni e i Centri Antiviolenza è una nostra precisa assunzione di responsabilità verso il mondo delle istituzioni e la società civile. Abbiamo voluto focalizzare l’attenzione in particolare verso tutti quei Comuni che non presentano centri antiviolenza e non hanno una cultura adeguata in tema di violenza sulle donne. Per questo motivo, il vademecum che abbiamo presentato oggi è di vitale importanza, sia per gli operatori sociali dedicati che non hanno gli strumenti adeguati per affrontare questo tipo di problematiche, sia per le cittadine vittime o potenziali vittime di violenza”. Così Alessia De Paulis delegata Anci alle Pari Opportunità in merito alle Linee guida per l’intervento e la costruzione di rete tra i Servizi sociali dei Comuni e i Centri Antiviolenza che sono state presentate oggi nel corso di una conferenza stampa presso la sede dell’Anci.
“Queste Linee guida – ha aggiunto De Paulis – rappresentano il primo importante risultato della collaborazione tra Anci e l’Associazione Nazionale D.i.Re - donne in rete contro la violenza sancita dal Protocollo d’intesa che abbiamo sottoscritto lo scorso 16 maggio 2013 proprio per promuovere e sviluppare azioni finalizzate alla prevenzione e al contrasto della violenza maschile contro le donne”.
Le Linee guida, che riservano particolare attenzione al lavoro di rete e all’integrazione dei servizi con riferimento alla rete antiviolenza locale, si propongono di diventare uno strumento di lavoro e collaborazione tra i Centri Antiviolenza e i Servizi Sociali perché studiate per facilitare l’adozione di un linguaggio comune, di linee operative e procedure condivise, l’utilizzo di una metodologia integrata di presa in carico che tenga conto della  metodologia di aiuto adottata da oltre 20 anni dai Centri Antiviolenza  D.i.R.e e validata da tutte le principali organizzazioni internazionali che si sono occupate d’intervento e di standard di qualità nell’aiuto offerto alle vittime di violenza.
“Al momento – ha detto la delegata Anci alle Pari Opportunità – il vademecum sarà disponibile on line sui siti delle associazioni e auspichiamo che siano le delegazioni regionali a farsi da trait d'union con il territorio per diffondere quanto più possibile tutte le informazioni necessarie”.
“In Abruzzo, invece, grazie alla collaborazione con la Regione, le Linee guida saranno stampate in un opuscolo che sarà distribuito a tutti i sindaci. Un contributo importante – ha concluso De Paulis – che speriamo si replichi in futuro anche nelle altre regioni”. (fdm)
 



Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    sito@anci.it
    stampa@anci.it
    Tel. 06/68009204/231 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A