Personale - Rapporto contratto nazionale e contratto decentrato: sentenza del Tribunale di Pisa, 4 giugno 2007
[26-06-2007]

Il Tribunale di Pisa, decidendo in materia di criteri per le progressioni economiche orizzontali dei dipendenti del comparto Università, riafferma il principio secondo il quale “le disposizioni dei contratti integrativi che, in contrasto con i vincoli risultanti dalla contrattazione nazionale, tendono a circoscrivere a livello locale l’estensione soggettiva di diritti previsti a livello nazionale, devono considerarsi inefficaci”.

L’ultima parte del comma 3 dell’art. 40 del D. LGS N. 165/2001 sancisce , infatti, l’impossibilità per le pubbliche amministrazioni di sottoscrivere in sede decentrata contratti collettivi integrativi in contrasto con vincoli risultanti dai contratti collettivi nazionali o che comportino oneri non previsti negli strumenti di programmazione annuale e pluriennale, nonché la nullità delle clausole contrattuali degli accordi integrativi difformi da quelli nazionali. La prevalenza del contratto collettivo nazionale su quello di livello decentrato intende scongiurare taluni rischi del decentramento contrattuale, quali la creazione di differenziali salariali non collegati con una maggiore produttività nell’ambito dello stesso comparto e la perdita di controllo delle dinamiche retributive .

La citata norma è stata applicata al caso concreto sottoposto alla  attenzione dal giudice del lavoro pisano, che così si è espresso: “…Fra l’altro, sia norme primarie sia norme collettive impedirebbero ai contratti integrativi di essere in contrasto con i vincoli risultanti dalla contrattazione nazionale, stabilendo l’inefficacia di disposizioni che come nel caso di specie tendano a circoscrivere a livello locale l’estensione soggettiva di diritti previsti a livello nazionale”.

 

 




Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    sito@anci.it
    stampa@anci.it
    Tel. 06/68009204/231 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A