Cittadinanza- Cittalia-Anci, in aumento i minori stranieri ma con legge attuale solo il 7 per cento diventerà italiano
[05-07-2012]
Secondo uno studio presentato oggi a Roma nel 2029 la quota di minori stranieri passerà dal 9,7% attuale al 20,7%: vale a dire che due minori ogni dieci saranno di origine straniera

Saranno due milioni nel 2029 i minori stranieri residenti in Italia, di cui un milione e 770 mila nati nel nostro paese ma soltanto il 7 per cento di essi potrà diventare cittadino italiano se restasse in vigore la normativa attuale sulla cittadinanza. È questa la stima che emerge dal rapporto Cittalia-Anci “Da residenti a cittadini: il diritto di cittadinanza alla prova delle seconde generazioni” presentato oggi presso la sede dell’Anci nel corso della conferenza sul tema che mette a confronto esperti e decisori politici su un argomento di forte attualità per l’integrazione a livello locale.
Lo studio Cittalia-Anci, curato da Monia Giovannetti e Veronica Nicotra, segnala che nel 2029 raddoppierà il numero di minori stranieri residenti nelle città italiane, passando dall’attuale 9,7 per cento ad un 20,7 per cento, vale a dire due minori su dieci saranno di origine straniera. Se venisse modificata l’attuale legge sulla cittadinanza, basandosi sullo ius soli invece che sullo ius sanguinis in vigore attualmente, nel 2029 l’86 per cento del totale dei minori stranieri residenti diventerebbe cittadino italiano, invece che solo il 7 per cento. Se venisse approvata la legge di iniziativa popolare proposta dal comitato L’Italia sono anch’io, che chiede il riconoscimento della cittadinanza ai figli di genitori residenti in Italia almeno da un anno, si registrerebbe un cambio di prospettiva nettissimo con effetti positivi sulla riduzione dell’esclusione dei giovani stranieri e delle disparità di trattamento, garantendo maggiore accesso a diritti e servizi legati allo status di cittadini.
Al 2011 sono circa un milione (993.238) i minori con cittadinanza straniera regolarmente residenti in Italia facendo registrare un aumento, dal 2000 ad oggi, del 332 per cento. La proporzione dei minori nati nel nostro paese è notevolmente aumentata rispetto a quella di minori e giovani immigrati dall’estero, rappresentano infatti ben il 71 per cento del totale dei minori stranieri residenti. (gp)



Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    sito@anci.it
    stampa@anci.it
    Tel. 06/68009204/231 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A