Decaro: “Un passo indietro sull’immigrazione che costerebbe caro ai sindaci”
[17-10-2018]
Dl Salvini

decaro biffoni decreto salvini.JPG

“Il decreto sicurezza e immigrazione preoccupa i sindaci. Inevitabilmente. Perché sono i sindaci a doversi misurare in maniera diretta con le ricadute di una gestione che abbandona un modello faticosamente costruito – quello dell’accoglienza diffusa dei migranti – e torna alla concentrazione degli ospiti in grandi centri come i Cas. Per essere molto chiari, i migranti espulsi dagli Sprar non spariranno, semplicemente riempiranno le piazze, diventeranno irregolari, lavoratori in nero o occupanti abusivi di stabili dismessi, nella migliore delle ipotesi. Nella peggiore finiranno reclutati dalla criminalità organizzata.” Lo ha dichiarato il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, nel corso dell’audizione sul dl Salvini davanti alla commissione Affari costituzionali del Senato.
“L’accoglienza diffusa è stata sviluppata, grazie alla disponibilità dei sindaci di farsi carico di un problema come la gestione dei flussi migratori che non compete loro direttamente, proprio per dare una risposta alle tensioni sociali causate dalla concentrazione eccessiva di migranti in alcuni piccoli centri. Il decreto recentemente emanato dal governo, senza neppure consultare i sindaci, non garantirà risparmi ma al contrario scaricherà costi di persone non più avviate all’integrazione, sui servizi di Comuni e Regioni”.
Il delegato Anci all’immigrazione e sindaco di Prato, Matteo Biffoni, ha rivolto un appello ai senatori: “Parlate con i sindaci di ogni colore politico. Fatevi dire che cos’è e come funziona lo Sprar. Vi accorgerete che il loro smantellamento creerà solo problemi sui territori”. 

 



Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    sito@anci.it
    stampa@anci.it
    Tel. 06/68009204/231 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A