Protezione civile - Indicazioni del dipartimento su Codice amministrazione digitale e diffusione messaggi allerta
[13-03-2018]

Lo scorso 7 marzo il Capo del Dipartimento della Dipartimento di Protezione Civile con una nota ha posto l’attenzione sul tema dell’invio di comunicazioni  riguardanti situazioni di emergenza di protezione civile, di bollettini di criticità nazionale e degli avvisi meteo di emergenza al fine di assicurare la tempestiva attuazione di pertinenti iniziative soprattutto alla luce delle modifiche apportate al Codice dell’Amministrazione Digitale.
Il Codice dell’Amministrazione Digitale stabilisce che lo Stato, le Regioni e le autonomie locali devono assicurare la disponibilità, la gestione, l'accesso, la trasmissione, la conservazione e la fruibilità dell'informazione in modalità digitale e devono organizzarsi ed agire utilizzando, con le modalità più appropriate e nel modo più adeguato, le tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Le modifiche apportate all’art 2 comma 6 del Dlgs 82/2005 stabiliscono che “le disposizioni del Codice non si applicano limitatamente all'esercizio delle attività e funzioni di ordine e sicurezza pubblica, difesa e sicurezza nazionale, polizia giudiziaria e polizia economico-finanziaria e consultazioni elettorali, nonché alle comunicazioni di emergenza e di allerta in ambito di protezione civile”.
Nonostante la novella normativa, con la quale si cerca di dare effettiva applicazione alle disposizioni del Codice, il Dipartimento di Protezione Civile, al fine di assicurare il più efficace dispositivo di diffusione delle comunicazioni in grado di garantire l’attivazione di iniziative necessarie per la salvaguardie della vita e dell’incolumità delle popolazione in particolari situazioni emergenziali, ha stabilito che le componenti del servizio nazionale potranno procedere  all’invio delle comunicazioni e dei documenti ritenuti necessari a mezzo pec istituzionale o e-mail istituzionale o a mezzo fax risultando esenti dagli obblighi di comunicazione, esclusivamente digitali, previsti nel CAD.  



Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    sito@anci.it
    stampa@anci.it
    Tel. 06/68009204/231 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A