Vittime della mafia - XXII Giornata Memoria, De Pascale: “Sensibilizzare, prevenire e sanzionare”
[17-03-2017]

“I sindaci oggi più che mai devono essere garanti della qualità della vita sociale. In questo scenario i temi della sicurezza urbana e della legalità sono assolutamente prioritari e si traducono in tre importanti azioni: sensibilizzare, prevenire e sanzionare”. Lo ha dichiarato il sindaco di Ravenna,  Michele de Pascale in occasione della XXII Giornata della Memoria in ricordo delle vittime innocenti della mafia.
“La prima – afferma – sensibilizzare e comunicare, perché la cultura della giustizia passa dalla conoscenza, per questo abbiamo messo in campo diversi progetti nelle scuole con l’obiettivo di promuovere la legalità, fornire strumenti per comprendere il fenomeno mafioso e sensibilizzare sulle forme di resistenza della società civile”.
“Prevenire e vigilare, stando al fianco dei cittadini – ha precisato – con azioni di controllo e responsabilizzazione e con questo obiettivo nel 2017 aumenteremo il numero di agenti sul territorio e stiamo lavorando con alcuni gruppi di cittadini per favorire l’utilizzo di strumenti “dal basso” (es. gruppi whatsapp). Infine, sanzionare e punire laddove vengano violate le regole dei territori, a tutela della comunità, perché sicurezza urbana, decoro e vivibilità sono un bene pubblico”.
Il sindaco de Pascale ha poi fatto un passaggio sul recente decreto Minniti, che prevede un rafforzamento dei poteri di ordinanza dei sindaci. “Sicuramente – ha concluso – ci mette a disposizione nuovi e importanti strumenti per la prevenzione e il contrasto all’illegalità, fermo restando che non è compito dei sindaci garantire l’ordine e la sicurezza pubblica, ma semmai quello di collaborare e sostenere le forze dell’ordine”.
In merito agli eventi in occasione della settimana della legalità, la città di Ravenna ha organizzato proprio in questi giorni (dal 14 al 16 febbraio) una serie di iniziative (http://www.comune.ra.it/Media/Images/Settimana-della-legalita-Ravenna) in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Inoltre, tutto l’anno il Comune è impegnato a promuove "Liberi dalle Mafie", un progetto di formazione e diffusione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i/le giovani delle scuole del territorio, con il patrocinio del Miur ed in collaborazione con Libera, con l’Associazione Pereira, con il sostegno Coop Alleanza 3.0, Confesercenti -SOS Impresa, Camst, Arci.
Il percorso "Liberi dalle mafie" all'interno delle scuole per l'anno scolastico in corso si è concluso nel 2016, mentre dal 20 al 24 marzo i menù proposti nelle scuole vedranno la somministrazione della pasta a marchio Libera Terra. Nelle mense scolastiche, per tutto l'anno e per tutte le scuole le arance somministrate sono quelle di Libera Terra, provenienti dai terreni confiscati alle mafie. (com/fdm)
 



Invia questo articolo ad un amico  
Stampa questo articolo  
Condividi questo articolo su Twitter  
Condividi questo articolo su Facebook  
  • www.anci.it
    Testata giornalistica on line
    dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Direttore responsabile
    Danilo MORIERO
    Caposervizio
    Emiliano FALCONIO
    Caposervizio
    Matteo VALERIO
    Redazione
    Federica DEMARIA
    Filippo LA PORTA
    Giuseppe PELLICANÒ

    Segretaria di Redazione
    Daniela ROTONI
    Web designer e Webmaster
    Francesco BOTTERI
    Editore
    Associazione Nazionale Comuni Italiani
    Via dei Prefetti, 46 - 00186 Roma
    C.F. 80118510587
    redazionesito@anci.it
    Tel. 06/68009204 - Fax 06/68009216

    Iscrizione ROC: n. 17363 del 03.04.2003
    Provider: BT Italia, via Mario Bianchini, 15 - 00142 Roma
    Redazione e contatti
ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani
Contatti: Tel. 06680091 - Fax 0668009202
Gestione tecnica a cura di Ancitel S.p.A