Reddito Cittadinanza

In Stato Città accordo su modalità controlli requisiti di residenza e soggiorno dei beneficiari

Sancito accordo in Conferenza Stato-Città sulle modalità di verifica anagrafica per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza. Il vicepresidente vicario dell’Anci Roberto Pella ha sottolineato che tale provvedimento, assieme all’intesa raggiunta ieri in Conferenza Unificata sul decreto relativo alle piattaforme informatiche rappresenta un altro passo in avanti nell’attuazione della misura a favore dei cittadini.
“I Comuni – ha detto Pella – attendevano da tempo questi provvedimenti attuativi senza i quali non erano nelle condizioni di poter conoscere i beneficiari del RdC e di prenderli in carico con risposte adeguate ai loro bisogni”.
“Grazie al consueto coinvolgimento dei Comuni e al lavoro di concertazione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – ha aggiunto il vicepresidente vicario – siamo riusciti a ottenere migliorie significative rispetto alle criticità che avevamo evidenziato, semplificando le modalità di verifica anagrafica da parte dei Comuni. In particolare, abbiamo ottenuto che fosse garantita l’interoperabilità tra la piattaforma del Reddito di Cittadinanza e l’Anagrafe nazionale, nonché con i sistemi informativi comunali.
“Attendiamo ora – ha concluso Pella – di poterci confrontare con il Ministero anche sugli ulteriori provvedimenti attuativi (ad esempio quello sui progetti utili alla collettività) in modo da dare compiuta realizzazione alla misura”.

Articolo presente in:

Una risposta a “In Stato Città accordo su modalità controlli requisiti di residenza e soggiorno dei beneficiari”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *