Sport

Il progetto Pacte per città più attive sviluppa una matrice interattiva

Nel mezzo di una pandemia globale, che ha riguardato anche l’inattività fisica dovuta a mesi di lockdown in tutta Europa, il Progetto europeo PACTE – Promoting Active Cities Throughout Europe, di cui ANCI è partner dal 2018, non si è fermato e ha continuato a sviluppare la Matrice per “Città più Attive”.
Oggi la buona notizia è che gli ambienti urbani sono tornati a correre, fornendo nuove occasioni di aggregazione attraverso lo sport e l’attività fisica e tornando a promuovere stili di vita sana, soprattutto all’aperto. La consapevolezza di cittadini, funzionari e amministratori locali rispetto all’importanza di svolgere attività sportiva all’interno delle nostre città è notevolmente aumentata dopo questa esperienza: un potenziale per migliorare la qualità di vita nelle nostre comunità tuttavia non ancora del tutto espresso e implementato.
Proprio per questa ragione PACTE ha progettato il Digital Toolkit, tramite cui fornire uno strumento interattivo, personalizzato per ogni Comune, al fine di sviluppare un piano d’azione per trasformarsi in Città Attiva. Questo strumento, di facile utilizzo e accessibilità, invita i Comuni a valutare sé stessi rispetto a elementi comprovati di successo e di fallimento, a identificare quali elementi sono rilevanti per il proprio contesto e, in definitiva, a costruire il proprio approccio di città attiva. I risultati sono immediatamente aggregati e restituiti attraverso una mappa concettuale che sintetizza il piano d’azione personalizzato per l’Amministrazione. A tal fine, il Progetto PACTE ha identificato quattro aree di intervento cui possono essere mirate le azioni più efficaci – Città Attiva, Scuola Attiva, Mobilità Attiva e Luogo di lavoro Attivo – che corrispondono ai luoghi in cui i cittadini trascorrono la maggior parte della loro vita quotidiana e in cui sono facilmente raggiungibili. Inoltre, per ogni ambito, sono state incluse variabili come risorse, raccomandazioni, quick wins, buone pratiche e casi studio, etc.
Al fine di ottimizzare il Toolkit, PACTE chiede la disponibilità ai Comuni di testarne la versione provvisoria e di segnalare, attraverso il questionario, punti di criticità e di forza: PACTE Project Matrix. A settembre sarà rilasciata la versione definitiva.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *