Istruzione

Il Ministero dell’Istruzione eroga contributi alle scuole paritarie

Uno stanziamento di 500 milioni di euro alle scuole paritarie di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2019/2020, previsto nel decreto del Ministero dell’Istruzione, firmato il 16 marzo scorso, che definisce i criteri e i parametri per l’erogazione annuale del contributo, come previsto dall’ art.1, comma 636 della legge 296 del 27 dicembre 2006 (Finanziaria 2007). Alle scuole paritarie che accolgono alunni iscritti e frequentanti, con certificazione di handicap riconosciuta, ai sensi della legge n. 104/92 è assegnato un contributo di 23,4 mln di euro, incrementato di 12,5 mln di euro con la Legge di Bilancio per il 2020.
I contributi sono assegnati in via prioritaria, alle scuole paritarie che svolgono il servizio scolastico senza fini di lucro e che comunque non siano legate con società aventi fini di lucro o da queste controllate.
Le risorse saranno trasferite agli Uffici scolastici regionali che procederanno alla ripartizione delle somme sulla base della consistenza numerica delle scuole paritarie, delle classi e sezioni e degli alunni con il seguente ordine di priorità: scuole dell’infanzia, scuole primarie, scuole secondarie di primo e secondo grado.
L’Anci, in sede di conversione del decreto n. 18/2020 (cd Dl Cura Italia, AS 1766),  attualmente in Commissione Bilancio del Senato, chiederà l’incremento del  contributo per le scuole paritarie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *