Protezione civile

Colonna mobile del Comune per fronteggiare le emergenze nei centri interessati dalle calamità

Una colonna mobile della protezione civile di stanza nel Comune di Firenze pronta a intervenire tempestivamente per fronteggiare le emergenze e in grado di garantire la continuità amministrativa nei centri e nei territori interessati da calamità naturali.
É stata introdotta grazie ad una proposta unitaria dell’Anci che riguarda, oltre Firenze, altre 13 città italiane. Di questa novità si parlerà mercoledì prossimo, 3 luglio, in un convegno che si svolgerà nella Sala d’Armi di Palazzo Vecchio.
“È stata dimostrata l’importanza, nel corso di eventi emergenziali di livello nazionale, che hanno visto l’azzeramento della capacità di risposta dei centri colpiti – ha sottolineato la vicesindaca e assessora alla protezione civile Cristina Giachi – di assicurare la continuità amministrativa delle strutture su cui si basano le attività di emergenza, per rispondere efficientemente nell’ambito di procedure di protezione civile”. “Da qui – ha aggiunto – l’esigenza di un supporto da parte delle figure dell’area tecnica, amministrativa e sociale, ambiente, informatica, nonché di polizia locale, degli altri Comuni. Lo scopo della proposta unitaria dell’Anci è di formare una vera e propria ‘Colonna mobile degli enti locali’, complementare alle colonne mobili delle Regioni, prescindendo dalle attività di soccorso e assistenza diretta alla popolazione, con le necessarie dotazioni di mezzi e attrezzature”.
La giornata si aprirà alle 9 con i saluti del segretario generale di Anci Veronica Nicotra. Introdurrà la vicesindaca Giachi. Interverranno, tra gli altri, Roberto B.M. Giarola (direttore dipartimento della protezione civile), Antonio Ragonesi (responsabile protezione civile Anci), Patrizia Verrusio (dirigente della protezione civile del Comune di Firenze), Leonardo Ermini (responsabile protezione civile Città Metro. Modera Elvezio Galanti (già direttore generale dipartimento di protezione civile). Le conclusioni sono affidate a Angelo Borrelli, capo del dipartimento della protezione civile.

Articolo presente in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *