Finanza locale

Cdp: al via la rinegoziazione dei mutui per Comuni capoluogo di regione e Città metropolitane

Con la circolare 1293 la Cassa depositi e prestiti ha reso note le condizioni della prima tornata di rinegoziazione dei mutui destinata agli enti di più grandi dimensioni, in particolare ai comuni Capoluogo di regione o sede di Area metropolitana e alle Città Metropolitane. Nel secondo semestre 2019, previa emanazione di apposita circolare, è infatti prevista l’apertura di un’ulteriore finestra negoziale destinata ai medesimi enti che non abbiano però usufruito dell’attuale rinegoziazione.
Gli enti interessati hanno tempo fino al 24 maggio per presentare la domanda di adesione tramite l’applicativo web disponibile sul portale Cdp. Gli enti in dissesto potranno aderire all’operazione purché abbiano visto approvata l’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato. I risparmi derivanti dalla rinegoziazione dovranno essere destinati all’estinzione dei derivati o comunque alla realizzazione di investimenti.
Da tempo è in atto un confronto con Governo e Cdp finalizzato all’individuazione di misure di ampio respiro che consentano di ridurre in modo significativo i tassi di interesse ormai fuori mercato e gli oneri da estinzione anticipata. Per queste ragioni, nel valutare comunque positivamente l’operazione appena avviata, l’ANCI auspica che da parte di Cdp venga al più presto avviata una specifica iniziativa rivolta alla generalità degli enti.

Articolo presente in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *