Economia circolare

Bianco: “La qualità dell’ambiente è la grande scommessa dei prossimi anni”

“Per i Comuni italiani la qualità dell’ambiente non è soltanto una priorità: è la grande scommessa dei prossimi anni. Si tratta di un tema universale, particolarmente caro alle istituzioni europee e mondiali. I temi del rispetto dell’ambiente, della blue economy, del contrasto ai cambiamenti climatici e dell’economia circolare saranno al centro del dibattito politico che investirà tutti noi nei prossimi anni. A febbraio sarò relatore all’Assemblea delle Regioni e delle Città del Mediterraneo che si terrà a Barcellona e lì porterò le buone pratiche e le storie di successo dei nostri territori”.
Così Enzo Bianco, nella duplice veste di presidente del consiglio nazionale dell’Anci e di vicepresidente e Capo Delegazione del CoR (Comitato europeo delle Regioni), visitando la Serra tecnologica GH Zero di Novara e la KiteGen Research di Caselle Torinese, due eccellenze piemontesi nei settori dell’agricoltura ipertecnologica e dell’energia alternativa.
In particolare, GH Zero è una start-up innovativa, ospitata dall’Istituto agrario Bonfantini di Novara, che realizza serre mobili da impiegare in campo agricolo e florovivaistico avvalendosi di tecnologie innovative capaci di massimizzare le produzioni grazie all’utilizzo di speciali led, di pannelli fotovoltaici e di un sistema di fertirrigazione in grado di rigenerare le acque refluee e di impiegarle nei processi produttivi.

KiteGen è invece il nome di una nuova tecnologia di generazione eolica creata da Kite Gen Research in grado di sfruttare l’energia prodotta dal vento attraverso l’utilizzo di grandi aquiloni (kite) sollevati a mille metri di altezza, in grado di raccogliere energia con un’efficienza di gran lunga superiore a quella dei sistemi tradizionali.
“Due realtà che vale la pena di far conoscere e che intendo portare all’Assemblea delle Regioni e delle Città a Barcellona per spiegare come è possibile utilizzare le moderne tecnologie per migliorare la capacità produttiva nel rispetto dell’ambiente – ha commentato Bianco -. Siamo di fronte a una grande sfida da cui quale dipende la vita dei nostri figli su questo pianeta e nel nostro meraviglioso Paese”.
Ad accompagnare Bianco nella visita il sindaco di Novara Alessandro Canelli, il vicepresidente vicario di Anci Piemonte Mauro Barisone e gli amministratori di GH Zero e KiteGen, Massimiliano Caligara e Massimo Ippolito.

“Promuovere le buone pratiche dei territori è da sempre l’obiettivo dell’Anci – afferma il vicepresidente vicario di Anci Piemonte, Mauro Barisone – gli enti locali devono fare i conti con gli obiettivi fissati dall’Agenda 2030 dell’ONU, secondo la quale i poteri locali occupano un posto centrale quali strumenti per la crescita e l’uguaglianza. Ricordo, in particolare, che il 65% degli obiettivi fissati dall’Agenda 2030 sono una responsabilità diretta dei governi locali e regionali. Dati che la dicono lunga sul ruolo e sulle responsabilità in capo ai Comuni”.

Articolo presente in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *