Anci regionali

Anci Lazio, nominati i coordinatori per la Consulta dei piccoli Comuni e per i consigli comunali

Nella splendida cornice di Palazzo Rospigliosi a Zagarolo si è tenuta l’assemblea per la nomina di due delle quattro consulte di ANCI Lazio, proprio per evitare eccessivi assembramenti si è infatti proceduto alla nomina della sola consulta dei Piccoli Comuni e di quella della Conferenza dei Consigli Comunali. Sono stati nominati Lubiana Restaini per quella dei Piccoli Comuni e Sara Seccia per quella dei Consigli Comunali.
Ad aprire i lavori il Presidente di ANCI Lazio, Riccardo Varone, che ha salutato i presenti e ha voluto ricordare il proficuo lavoro svolto insieme alla Regione Lazio durante il periodo emergenziale.
“La nostra collaborazione con la Regione Lazio durante l’emergenza COVID-19 ha aperto a una collaborazione anche durante questa fase, è di pochi giorni fa l’ottimo lavoro svolto con la legge regionale 200 riguardante i Piccoli Comuni, una legge di cui abbiamo curato la stesura con una serie di emendamenti e modifiche.
Un grazie anche a Daniele Leodori, che è intervenuto in questa giornata così importante per ANCI Lazio, la nomina delle consulte ci permette di ripartire in autunno con rinnovata forza e con maggiore impegno grazie a uno strumento, quello delle consulte, che permette di seguire più da vicino temi così cruciali e importanti“.
Dopo l’intervento del Presidente Varone è arrivato anche il saluto del Vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori: “Sono molto felice di trovarmi qui con voi in questa giornata così importante, il lavoro che stiamo svolgendo con ANCI Lazio è uno dei fulcri che la Regione mette al servizio dei cittadini e dei territori del Lazio. Viviamo un periodo storico e irripetibile, i fondi europei arrivati grazie al lavoro del Governo, rappresentano un’occasione unica per agganciarci al treno che porta verso un futuro fatto da infinite possibilità, di sviluppo e di crescita per il nostro Paese. Abbiamo due strade davanti a noi, quella virtuosa che conduce verso uno sviluppo positivo per tutti e quella che il nostro Paese troppo spesso ha preso, quella che ci porta a volare basso, ad affrontare solo i problemi del quotidiano, senza porre in essere una programmazione vera e propria; penso che la nostra debba essere una generazione che si sacrifichi e che di una spinta a questa programmazione, magari affrontando critiche ma dando l’impulso a una visione di futuro più grande. In questo senso, ANCI Lazio e il mondo dei Comuni e degli enti locali, possano vivere da protagonisti questo momento storico che stiamo per affrontare“.
Dopo i saluti di rito e alcuni interventi degli amministratori intervenuti, è stata la volta del delegato alla Programmazione Europea di ANCI Lazio, Manuel Magliocchetti che ha sottolineato ancora una volta l’importanza della presenza dell’Europa all’interno della programmazione dei Comuni e ha annunciato una campagna di sensibilizzazione proprio sugli aspetti relativi ai bandi europei:
“Molto spesso i Comuni non hanno le risorse necessarie per avvalersi dello strumento Europa, non ci sono le figure, soprattutto nei comuni più piccoli, che sanno come affrontare la compilazione di un bando o magari capire e ricercare i bandi più interessanti. Come ANCI Lazio, nei prossimi mesi, saremo in prima linea e gireremo tutta la regione per spiegare questi aspetti e metterci al servizio delle amministrazioni comunali”.
Al termine del suo intervento, Magliocchetti, ha consegnato al vicepresidente Leodori un opuscolo dal titolo “Costruire Comune”, una raccolta di dati, esperienze e progetti riguardanti l’accordo quadro tra ANCI Lazio e Regione Lazio sui fondi strutturali europei.
Da lunedì sarà possibile, tramite il sito di ANCI Lazio, richiedere di entrare a far parte di una o l’altra consulta, tutti i dettagli sulle modalità di iscrizione verranno forniti entro quella data.

www.ancilazio.it

Articolo presente in: